23.03.2014

Cile 2014

Un goccio per Nostro Signore, un goccio per Pachamama (Madre Terra). Questa è la frase che gli indios allevatori di lama ed alpaca pronunciano quando brindano con noi, lasciando cadere alcune gocce di vino sulla terra, in segno di ringraziamento. Un gesto che, senza spiegazione, potrebbe risultare irritante agli occhi di un Europeo, ma che invece lascia un segno profondo nelle nostre menti.
Come preannunciato, all'inizio dell'anno siamo partiti verso il Cile, per un viaggio nella zona d'origine di lama ed alpaca, tra i monti dell'Altiplano. Con un gruppo di amici ed appassionati dei camelidi del nuovo mondo abbiamo fatto un tour del paese, partendo da Santiago de Cile e passando per Arica, Pudre, La Serena fino alle isole di Humboldt, che devono il loro nome all'esploratore che le scoprì e studiò.
E ancora una volta il territorio andino ci affascina con i suoi paesaggi brulli eppure fertili, ed una varietà incredibile di animali, terrestri e marini. Accanto alla scalata del vulcano attivo Villaricca ed alla vastità inimmaginabile dell'Altiplano, il momento più emozionante del nostro viaggio è stata la visita agli immensi branchi di lama ed alpaca che appartengono alla popolazione indigena. I colori della lana ed i disegni del mantello, che si possono trovare solo qui, sulle Ande, la resistenza al clima rigido e la frugalità - indispensabile per la sopravvivenza in un territorio così arido - contraddistinguono gli animali di queste zone, spesso unica proprietà dei contadini, insieme alle loro case in argilla. Un branco qui conta centinaia, spesso addirittura migliaia di esemplari. Numeri inimmaginabili per qualsiasi Europeo.
Due mondi si scontrano: quello occidentale, dove per un buon esemplare da allevamento si sono pagati oltre 100.000 €, ed il Sudamerica - dove il successo di un allevamento dipende interamente dal numero di esemplari che lo compone. I contadini dell'Altiplano vivono sereni, in condizioni di semplicità assoluta, una vita regolare e tranquilla. Incontrarli è un'esperienza sorprendente, che apre nuove prospettive.
Se osservati attentamente secondo gli standard di allevamento e selezione europei, solo pochi lama ed alpaca rispondono alle nostre esigenze. Quel che conta però per noi, sono le impressioni e le sensazioni che ci trasmette il subcontinente latinoamericano: sensazioni che nessun racconto, nessuna immagine possono comunicare.

Grazie di cuore a tutti i partecipanti: Walter Mair (Alto Adige) e Tamara Herb (A) (organizzazione), Sabine e Michael Hagenauer (D), Katrin Moosbrugger (A), Peter Scheidegger (CH), Irene Baumgartner-Jörg (CH), Paul Moroder (Alto Adige).
aggiornato il 25.04.2018 alle ore 10:24
Gallo Rosso - Agriturismo in montagnaVacanze rilassanti sul RenonVacanze Alto Adige, Renon
Colophone|Sitemap|Privacy
La direttiva europea 2009/136/CE (E-Privacy) regola l'utilizzo dei cookie, che vengono usati anche su questo sito! Acconsente continuando con la navigazione o facendo un clic su "OK". Ulteriori informazioni
OK